Uncategorized

Tristezza

La tristezza è una scatola lanciata sullo stomaco.
Causa dolore, rabbia, confusione.
C’è chi decide di aprire la scatola e vedere cosa vi è dentro e perché ed accettare i doni al suo interno per arredare se stesso ed impara ad apprezzare tale ornamento e chi la calcia con rabbia per tutto il percorso ferendo non solo sé, ma chi gli sta intorno.

Standard
Uncategorized

Marea

Più ci penso,
Più mi manchi.
La distanza di un filo
Sottile come aria
Ma densa come fumo.
E quando mi fermo,
Pensando a te,
Non so più ricominciare.
Non parlo e non sento,
Ma aspetto e penso:
Il domani ti condurrà con sé,
Lo ha promesso
Ad un’anima triste.
E allora,
Così come oggi ti allontani,
Ti riavvicinerai
Perché è forte
l’onda che ti porta,
amore.

Standard
Uncategorized

I FANTASTICI 4. la recensione. la sofferenza.

La miglior recensione sul tanto discusso Reboot del Quartetto Marvel che io abbia avuto il piacere di leggere fino a questo momento 😉

Come Non Detto

Ci ho messo un po’, a realizzare la recensione, perchè ho sempre fatto recensioni di film, e questo non è un film. E bisognava spiegare “come siamo arrivati fino a questo punto”, giusto per citare una frase che avevano messo nel primo teaser , quello alla Interstellar, e che poi è sparita dal film. Facendo finta che ci sia, un film. Abbiate pazienza, se siete andati a vederlo. Almeno capirete meglio questa cosa qui.

Engiòi!

f4 01

f4 02

f4 03

f4 04

f4 05

f4 06

f4 07

f4 08

f4 09

f4 10

f4 11

f4 12

f4 13

f4 15

f4 14

f4 16

f4 17

f4 18

f4 19

f4 20

View original post

Standard
Uncategorized

Miss “Italia” 2015

Premetto che non sono solita scrivere articoli del genere.. ma quando è troppo, è troppo.
-SQ-

Guardando e riguardando l’intervista di Miss Italia 2015, nella quale cui “””saggio””” messaggio della ragazza è: “sarei voluta vivere nel 1942 perché avrei vissuto la guerra.. tanto sono donna e non ci sarei andata” (tanto per fare il punto della situazione per quei pochi che non l’abbiano ancora vista) sono rimasta scioccata.
Non tanto per l’intervista, no.. Oramai si sa che la maggior parte delle partecipanti non è lì per la cultura e non dico intelligenza, dato che si manifesta in campi diversi che possono esulare dal concorso e che noi, non conoscendo personalmente queste ragazze, non possiamo giudicare. Va bene, dunque: giudichiamo in base alla cultura. Questa ragazza è ignorante come una zappa.
La cosa più grave è che non è la sola e ci sono persone che la appoggiano e la scusano perché è “bella”, “ingenua” e “dolce” (virgolette usate per citazioni).
Se scusiamo lei, scusiamo tutti?
No.. in Italia non siamo così: sicuramente se lo avesse detto un altro, giù di mazzate a insulti.
Questa frase è stata pronunciata da una diciottenne che a SUO  (perché al mio, no) avviso e di molti altri rappresenta l’Italia (e, a titolo di concorso, dovrebbe) e rappresenta, per la sua età, i giovani italiani..
Se è così la media non è solo bassa, ma sta scavando una fossa, in un paese dove il “bello” è meglio del buono e dove l’apparenza è meglio della sostanza.
O certo, sta facendo tante visualizzazioni e la gente si fa grasse risate, ma non è divertente. Sempre più spesso assistiamo ad episodi di “cervello atrofizzato”: quattro neuroni in testa di cui uno ride sguaiatamente alle belinate su Internet mentre l’altro si fa i selfie da postare sui social, uno googla come fare la sinapsi e il quarto si lamenta di tutto in maniera casuale senza alzare il didietro..
Sempre più tecnologia, sempre più presto, si dice, ma non è questo il caso dato che la giovane ha solo 18 anni ed è quindi della mia generazione (avendone io stessa ancora 19) che non è cresciuta con tablet e telefoni nell’infanzia, ma ne è stata contagiata nell’adolescenza.
Un grande strumento è stato messo nelle nostre mani, un enorme potenziale usato per giocare a CandyCrush. Ebbbbrrrava umanità…
Tra le altre cose, la Miss non si è né scusata né dimostra di aver capito l’offesa trasversale fatta a chi ha vissuto la guerra, i parenti delle vittime e anche chi la vive al giorno d’oggi.
Sono inorridita per l’immagine e per quella parte di italiani (perché non c’è di sicuro solo lei.. lei è uscita fuori sotto i riflettori, tanti si nascondono “nell’ombra”, come ce ne sono di acculturati) che questa ragazza rappresenta con le sue parole.. Nel XXI secolo non si hanno più scuse per cotanta stupidità ed ignoranza.
Detto questo: cerchiamo di tappare certi buchi di cultura e di intelligenza prima che sia troppo tardi.. perché se non lo facciamo, allora sì che la Miss 2015 rappresenterà il livello dell’italiano e del suo paese e ce lo saremmo meritati ampiamente.

Standard
Uncategorized

Felicità

Che cos’è la felicità?
L’attimo fugace di uno sguardo colmo di affetto, un abbraccio in letto la mattina, chiudere gli occhi la sera posando la testa nell’incavo della tua spalla mentre mi cingi con le tue braccia, il profumo di caffè che inonda la casa, essere abbracciati al caldo sotto le coperte la mattina quando fuori piove e non doversi alzare, ridere, scherzare, mangiare assieme, un bacio inaspettato, una canzone a mezza voce, tornare bambini, stuzzicarsi, sentirsi liberi, mancarsi poi, cercarsi e trovarsi ancora.
Felicità son le piccole cose speciali.
Felicità sei tu.

Standard