Recensioni

Recensione Libro: THE HUMANS

Titolo:    The Humans
Gli Umani

Autore
:  Matt Haig

Editore
: (U.K)  Canon Gate
(IT)    Einaudi  (in pubblicazione)

Pagine :  291

Prezzo
:  (U.K)  £ 7,99
(IT)    € 18,00

“After an ‘incident’ one Friday night where he is found walking naked through the streets of Cambridge, Professor Andrew Martin is not feeling quite himself. Food sickens him. Clothes confuse him. Even loving his wife and teenage son are repulsive to him. He feels lost amongst a crazy alien species and hates everyone on the planet. Everyone, that is, except Newton, and he’s a dog.

Who is he really? And what could make someone change their mind about the human race…?”

“Dopo un ‘incidente’  un piovoso Venerdì notte dove viene trovato nudo per le strade di Cambridge, il Professore Andrew Martin non si sente più se stesso. Il cibo lo fa star male. I vestiti lo confondono. Trova ripugnante persino amare sua moglie ed il suo figlio adolescente. Si sente perduto in mezzo ad una specie aliena ed odia tutti sul pianeta. Tutti, cioè, tranne Newton, e lui è un cane.
Chi è in realtà? Che cosa potrebbe fargli cambiare idea sulla razza umana..?”

Alcuni libri non possono essere descritti a parole. O meglio, possono essere descritti, ma non si coglierà mai la lora vera essenza, la loro profondità. Questo è il caso de “Gli Umani” di M. Haig.
Se alle prime pagine può fare sbarrare gli occhi e farci abozzare un sorriso, proseguendo nella lettura ci addentriamo in uno spazio sempre più profondo che esplora nei suoi angoli più evidenti e, tuttavia, reconditi ed anche inspiegabili, la natura umana. Staccandosi dalla visione globale, ci si addentra sempre più nelle qualità che rendono l’uomo unico e, a suo modo, speciale.
Questo libro è in grado di far vedere cose che noi stessi non abbiamo mai notato, di mostrare la nostra semplicità, ma anche il nostro aspetto più ‘contorto’, di modo da riscoprire noi stessi.
Un libro meraviglioso e molto,molto umano. Una di quelle letture che entra nella nostra mente e nella memoria per restare e regalarci il calore e l’umanità di cui si ha sempre bisogno.
Consigliatissimo.

SQ

Valutazione:  ★★★★★

Lettura in lingua originale (ENG) :  Consigliata. Scorrevolissimo e piacevole da leggere.

 

“Maybe you are a road, not a destination. That is fine. Be a road.
But make sure it’s one with something to look at out of the window.”

“Magari sei una strada, non una destinazione. Va bene. Sii una strada.
Ma assicurati che sia una dove ci sia qualcosa da guardare fuori dal finestrino.”

 

Annunci
Standard