Storie

Storia della Luce e delle Ombre

Che creatura affascinante il vuoto. Ti inghiotte e comprime fino a cancellare ciò che sei. Fa paura. è sconosciuto ed immenso.

-SeleneQueen-

Lì,nel nulla, nessuno era niente e tutti erano solo se stessi. Senza titoli,soldi,beni. Nessuno era superiore,ma tutti erano uguali nella loro confusione e nella loro paura.Non si conosceva nient’altro che il buio e l’immensità. Buffo,penserai, che qualcuno possa conoscere l’immensità. Eppure era così. A poco a poco le persone si erano abituate a quella condizione di ignoranza e di staticità. Le ore,i minuti, gli anni, tutto era mischiato assieme. Quando la prima scintilla apparve tutti si ritirarono attorno ad essa. Un’ombra,la più coraggiosa di tutte, allungò la sua forma tremolante e toccò la piccola scintilla. Oh che stupore che provarono le altre figure quando la lucina percorse tutta l’ombra e la illuminò! Improvvisamente l’ombra divenne solida e distinguibile.In poco tempo la sorpresa cedette il passo all’invidia: tutte le ombre volevano essere speciali ed uniche. Si misero a caccia dell’origine della luce,ma si ammassavano tra di loro e l’Ignoto finiva sempre con l’inghiottirle. Era bella la Luce e camminava fiera in mezzo alle altre, illuminandole per un istante con il suo passaggio. Le ombre erano tante ed erano spaventate. La luce mostrava loro dove vivevano e come vivevano. Se prima esse,incapaci di vedere, pensavano di vivere in una grande pianura erbosa ecco che al suo passaggio si vedeva un terreno arido e spoglio pieno di sabbia. Un brusio si levava dopo il suo passaggio e le ombre, che non sapevano parlare, mormoravano ,mormoravano, mormoravano fino ad esaurire le loro poche forze. Si sa che rabbia, invidia, paura ed ignoranza creano spesso un mix letale e così fu anche in questo caso: le ombre, terrorizzate dalla Luce e da ciò che comportava, si radunarono intorno a lei e le soffocarono. Ella si dibatté,gridò, provocando un vero suono in quella distesa di tenebre, cercò di fuggire,ma tutto fu inutile. Poco alla volta si attenuò,sempre di più,sempre di più, finché non rimase solo un tenue bagliore che andò dissolvendosi e le ombre non poterono nemmeno più vedere ciò che  avevano fatto. L’immensità tornò a non essere più spaventosa ed il vuoto a regnare sovrano su ogni cosa.  Ciononostante le ombre, per quanto  si sforzassero, non poterono mai dimenticare quella luce che per poco aveva brillato nei loro occhi e le aveva guidate verso la verità. Vissero così le ombre, portando un po’ di quella luce con loro,separandosi le une dalle altre,iniziando a porsi domande, a delinearsi come corpi e,finalmente, a pensare. Ognuna di loro diventò speciale e conservò il ricordo ci colei che gli aveva fatto scoprire la vita.

Annunci
Standard

4 thoughts on “Storia della Luce e delle Ombre

  1. SeleneQueen ha detto:

    @numeronove: Sì 🙂 Sono contenta che ti piaccia. ^_^
    Anche se non considererei uno dei miei lavori migliori..o almeno,questa è la mia autocritica. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...